Del military press ne abbiamo già parlato: http://oldschooltraining.net/3-accorgimenti-da-compiere-subito-per-effettuare-la-military-press/ e qui http://oldschooltraining.net/3-accorgimenti-da-compiere-subito-per-effettuare-la-military-press/, oggi voglio approfondire un po’ di più la questione per darti dei chiari e giusti punti di riferimento di atleti natural.

Gli atleti della old school riuscivano a sollevare di military press con una ripetizione singola tra il 120% e il 130% del loro peso corporeo, in pochi il 140% e John Grimek e Tony Terlazzo il 150% (Danny Caggiano e Steve Gob il 149%). E questo in competizioni di weighlifting.

Anthony Terlazzo

Anthony Terlazzo

john-grimek

John Grimek

Davis

John Davis

Nel 1939, in tempi non sospetti riguardo il doping, Bob Hoffman pubblicò, nel suo “Weightlifting”, una tabella di ipotetici podi su gare di singole sulla military press. Creò la tabella osservando quelli che erano i carichi da gara.

weightlifting bob hoffman

Eccola qui, usala per auto-valutarti:

  • Categoria peso corporeo 60 kg

Oro: 75 kg

Argento: 66 kg

Bronzo: 56 kg

  • Categoria peso corporeo 68 kg

Oro: 80 kg

Argento: 70 kg

Bronzo: 61 kg

  • Categoria peso corporeo 75 kg

Oro: 86 kg

Argento: 77 kg

Bronzo: 68 kg

  • Categoria peso corporeo 82 kg

Oro: 92 kg

Argento: 82 kg

Bronzo: 70 kg

  • Pesi massimi (strano che nell’era pre-steroidi dopo gli 82 si veniva considerate pesi massimi e oggi si va oltre i 110, vero?)

Oro: 98 kg

Argento: 88 kg

Bronzo: 80 kg

E se non sei un agonista? Per Bob Hoffman il carico ideale da sollevare per una ripetizione massimale è pari al peso corporeo come medaglia d’oro.

Chiaro, vero?

Tieni presente che qui si parla di strict military press, ovvero sia military press con partenza dal pavimento e senza cheating!

Aspetta un attimo… military press partendo dal pavimento? Ma sei pazzo Oreste! Mica facciamo Weighlifting!” mi dirai tu.

D’accordo, colpa mia che non sono partito dalla storia.

Iniziamo da quest’ultima allora.

  • Il bilanciere deve essere posizionato orizzontalmente di fronte all’atleta.
  • Si deve impugnare con entrambe le mani e portato in un unico movimento fino alle spalle.
  • Si effettua una pausa sul petto di due secondi e poi si spinge il bilanciere verticalmente in alto senza nessun tipo di piegamento indietro o di gambe.
  • Una volta che le braccia sono completamente estese si effettua una seconda pausa di due secondi.

Come hai notato, all’inizio il military press era un esercizio da WL (come detto anche qui, Two Hands Press: http://oldschooltraining.net/quante-erano-le-alzate-nel-sollevamento-pesi-olimpico/) ed era effettuato senza cheating. Fu solo dopo il 1960 che iniziò a permettersi un leggero movimento di gambe per portare le braccia in alto e dopo il 1970 si permise anche lo spostamento del busto verso dietro portando così ad una graduale scomparsa delle regole classiche e della sicurezza dell’atleta e dell’esercizio stesso.

Tu, hai mai provato ad effettuare questo esercizio con le regole classiche? Quanto sollevi di massimale di strict military press?

Lascia qui la tua risposta!

P.S.: Altro sull’old school training lo trovi qui: http://oldschooltraining.net/the-secret-book-of-old-school-training/