Continuano le lettere di storie dei nostri lettori.

Oggi abbiamo un amico della nostra newsletter che ha deciso di raccontarci la sua storia con la paleo dieta e l’OST:

Ciao mi chiamo Fabio Vicentin ed ho 48 anni.

untitled

Ho accettato l’invito di questo fantastico blog che dà la parola ai suoi lettori.

Ho sempre fatto sport sin da ragazzino, prima per gioco e poi via via sempre in modo più intenso e impegnativo.

Ad un certo punto ho scoperto la palestra e l’ho avvicinata agli sport che praticavo per avere una preparazione più adeguata.

Sollevare ghisa mi piaceva fino a che è diventata la mia prima passione.

Adesso sono 2 anni e mezzo che mi rialleno seriamente, dopo una pausa forzata, e da quasi 1 anno che ho conosciuto l’ OST.

Paragonandolo ad altri sistemi che ho letto su blog e sui vari siti, ho capito che effettivamente è il vero allenamento.

Ho incominciato ad allenarmi via via sempre più spesso e più intensamente (premetto di non essermi alimentato adeguatamente), e cosa e’ successo?

Il mio corpo si è ribellato.

Mi ha bloccato, non la mente (purtroppo), ma mi sono ritrovato ad avere problemi del sonno, ansia forte, nervosismo e malessere generale. Overtraining? Se non lo è poco ci manca.

Ecco. questo è un problema che con lo sport ma soprattutto la palestra in fullbody si può riscontrare se non si seguono i consigli di Oreste e si esagera con il cedimento e non inserendo il buffer.

All’inizio ci si fa prendere la mano subito. Il corpo risponde bene, ma poi crolla. Lo sport fa bene, ma nelle dovute maniere.

Però credo che il mio problema principale sia venuto da una cattiva alimentazione.

Prima di conoscere l’OST, spaziando sul web ho conosciuto la paleo dieta.

Mi sono informato bene, ho letto tutti i libri in merito e ho deciso di seguirla.

Da premettere che lavoro in un commercio dalle 7 alle 19 con pausa di circa 1,5-2 ore al max.

In questa pausa mi alleno e poi di corsa al lavoro.

La paleo dieta consiste in ELIMINARE tutti i latticini, i legumi e i cereali di qualsiasi tipo.

All’inizio mi andava da Dio, mi sono tirato, ero molto sveglio, insomma, in forma perfetta.

Poi, pian piano, ero sempre meno lucido, meno forte e non riuscivo a mantenere i ritmi sia di lavoro che di allenamento.

L’ho tirata avanti un anno e mezzo con testardaggine.

Mi sono, solo ora, reso conto che il mio organismo non ha più benzina, sono usciti leggeri tremori abbinati all’insonnia, nervosismo e ansie con attacchi di panico.

Ora mi chiederete: “ma come cavolo hai fatto a tirare avanti e a non svegliarti prima?”

Sinceramente il discorso è molto subdolo e ti arriva in silenzio e la parte del cervello ormai ti dice: “vai avanti così che è giusto”. Mah, ad alcuni, se si legge sui forum, sembra vada bene, per quello posso dire io e che ho riscontrato sulla mia pelle, forse, può andar bene solo per piccoli periodi.

Meno male che Oreste tramite consigli via email mi ha aiutato ad uscirne.

 Oreste sei un grande e sei diverso dagli altri trainer presenti sul web. Bravo.

P.S.: Se vuoi anche tu avere la tua storia sul blog OST, scrivimi nel form di contatto: http://oldschooltraining.net/contatti/