Intervista a Cristian Andriollo, culturista italiano

//Intervista a Cristian Andriollo, culturista italiano

Intervista a Cristian Andriollo, culturista italiano

Oggi ho voluto intervistare Cristian Andriollo, giovane e promettente culturista italiano.
Perché ho voluto intervistare un giovane culturista italiano?
Per dimostrare  come anche gli agonisti, i culturisti agonisti, possono usare le tecniche Old.

Così come già dimostrato in altri post, come quello di Angelo Benedetto, oggi ti presento un altro successo Old.

Ovviamente tieni presente che Cristian è un avanzato e dotato geneticamente.
I principianti dovrebbero allenarsi con più volume e frequenza e meno cedimento.

Ma iniziamo subito.
Chi è Cristian Andriollo?

Mi chiamo Cristian Andriollo, 35 anni, e una passione sfrenata per il natural bodybuilding.

Iniziò tutto circa 10 anni fa’ quando con i metodi tradizionali non ottenni risultati rilevanti, anzi..all’epoca mi allenavo secondo il “sentito dire” che girava comunemente nelle palestre, il CAOS TOTALE.
I primi risultati arrivarono quando mi approcciai al B.I.I.O., allenamenti infrequenti che mi diedero grandi soddisfazioni sia in termini ipertrofici che di forza; l’approccio era basilare e dannatamente efficace, un sistema che tutt’oggi ritengo valido, con le dovute modifiche, per chi si avvicina a queste affascinante disciplina.

L’uso di soli esercizi fondamentali, svolti alla massima intensità in sedute brevi ed infrequenti, l’introduzione di periodi di scarico, il sovraccarico progressivo e una periodizzazione logica e sensata.

Perché non ho continuato con il B.I.I.O.?
Per l’uso costante del cedimento muscolare.

Un atleta Natural non può protrarre un allenamento portato a cedimento sempre e comunque, soprattutto dopo molti anni di esperienza, pena la stagnazione dei carichi e quindi l’arresto di una stimolo ipertrofico.

Da qui è nata l’esigenza di ampliare le mie conoscenze tramite la lettura di moltissimi testi e riviste mantenendo fede ai principi che ho ritenuto essenziali, il sovraccarico progressivo e l’uso di nuovi stimoli ipertrofici.

Gli scritti che maggiormente hanno influenzato il mio attuale allenamento sono stati i libri di Brooks Kubik, e quelli di due Natural Bodybuilder americani: Steve Holman e Jonathan Lawson.

Il primo autore mi ha ispirato soprattutto per la pianificazione di un programma essenziale mirato allo sviluppo della forza mentre il secondo ha letteralmente sconvolto i miei allenamenti con tecniche innovative che hanno reso possibile la trasformazione del mio fisico da fuscello di 80 Kg a fusto di 106 kg al 9,5% di massa grassa per 188 cm di altezza.

Anno dopo anno sono riuscito a fare un puzzle di tutti i metodi che ho testato nella mia palestra casalinga creando un programma equilibrato di forza ed ipertrofia, quello che viene comunemente chiamato PowerBodybuilding.

Vorrei sottolineare il fatto di non aver creato nulla di nuovo anzi mi reputo fortunato a essermi ispirato a moltissimi atleti old school quali: Steve Reeves (fisico che ammiro moltissimo), Reg Park, John Grimek, Clearence Ross e molti altri.
Ho studiato le loro tecniche (anche grazie alla OST), le ho messe in pratica e “contaminate” con le tecniche più recenti della scuola ad alta intensità, creando una fusione sostenibile, motivante e gratificante per qualsiasi atleta Natural che si avvicina a questa splendida disciplina.

Le metodiche old più efficaci che abbia testato sono il pluri collaudato 5×5 in tutte le sue salse e il rest-pause con singole pesanti anche partendo dalle varie posizioni del power rack  ( migliorando i punti di difficoltà delle alzate principali).

La scelta degli esercizi su cui migliorare è di cruciale importanza, il bodybuilder rispetto al powerlifter deve lavorare su più esercizi ( non solo su squat, panca e stacchi ) quali il military press per uno sviluppo massiccio di deltoidi e tricipiti, curl pesanti con bilanciere per bicipiti spacca maniche, trazioni con sovraccarico per una schiena larga e possente, calf pesanti per polpacci sviluppati a dovere, crunch pesanti per addominali grossi e altri in base alle proprie carenze e punti deboli.

Un altro fattore fondamentale da tenere in considerazione è l’importanza dell’allenamento mentale che dovrà essere pianificato come un vero e proprio allenamento.

Questo fattore è preso troppo poco in considerazione ma è di cruciale importanza se si vogliono superare le proprie barriere ( mentali primali fisiche dopo!).

In questi anni ho sperimentato la meditazione, lo yoga, i ritmi binauriali e sono riuscito a creare una strategia efficace per la riduzione dello stress, in grado di aumentare in maniera esponenziale il recupero fisico e mentale con solo 30 minuti al giorno.
Praticando queste tecniche sono riuscito a crescere e migliorare la forza dormendo anche solo poche ore per notte poiché  esse vanno a ridurre il fabbisogno di sonno (se normalmente dormite 7/8 ore con queste tecniche potreste ridurle a 5/6 ore) ed inoltre il vostro atteggiamento mentale cambierà radicalmente, sarete concentrati, motivati e rilassati quando serve, dominare la propria mente è la chiave!

In questo ultimo periodo sto sperimentando nuove tecniche che riguardano lo stile di vita e l’alimentazione per portare la propria produzione di testosterone (un ormone chiave nella crescita muscolare e non solo…) a livelli ben sopra la media in maniera totalmente naturale!
Le ultime analisi del sangue mi hanno dato ragione…range passati da una soglia media a una soglia alta e la differenza in palestra e nella vita di tutti i giorni c’e’ e si vede!!

La ricerca e la sperimentazione su me stesso hanno reso possibile il raggiungimento dei miei obiettivi e ben oltre, facendomi vincere anche il campionato nazionale di NBFI 2016 Categoria Pesi Massimi, il tutto allenandomi da solo nella mia palestra casalinga con un’attrezzatura essenziale e programmazioni in stile Old School Training

Vediamo nel dettaglio il mio allenamento:

per seduta alleno uno, massimo due, gruppi muscolari distruggendo totalmente ogni tipo di fibra.

Inizio sempre con un esercizio multiarticolare, protocollo di forza, ad esempio potrei lavorare con un 5 x 5 dove solo l’ultima serie è quella allenante ( le prime 4 serie sono di avvicinamento al carico e l’ultima è il mio vero e proprio 5 RM ) per poi progredire fino a singole pesanti arrivando a lavorare con una singola al 95% del mio massimale e dopo una pausa di 5 minuti “giocare” in stile bodybuilding con serie da 8 e 10 ripetizioni ( sempre con il multiarticolare ) sfruttando l’attivazione post-tetanica, vi assicuro che dopo le singole pesanti i vostri carichi usati nelle serie da 8 e da 10 voleranno.

Il resto dell’allenamento è arte…puro allenamento in stile bodybuilding utilizzando solo efficaci esercizi di isolamento (con pochissime macchine) puntando alla massima congestione muscolare (PUMP) spremendolo in ogni posizione di contrazione (ad esempio sollevamenti laterali per le spalle) ed allungandoli al massimo in posizioni di allungamento (esempio il pullover per i dorsali) utilizzando varie protocolli di serie, ripetizioni, pause, T.U.T. e tecniche d’intensità.

Se il tempo e le energie lo permettono, potrei terminare ogni seduta con delle negative nelle posizioni di allungamento tenendole anche 40 secondi.

Questo tipo di lavoro ha molteplici benefici tra i quali un rilascio maggiore di IGF-1 nel muscolo causato dall’allungamento delle fibre in acidosi ed un allargamento della “borsa del muscolo” permettendo al muscolo di avere più spazio per la crescita oltre ad eseguire un lavoro di stretching atto alla prevenzione degli infortuni.

Grazie a queste e altre tecniche ho aumentato molto la forza senza protocolli puri da powerlifter, i miei carichi massimali sono:

Squat ( culo a terra )  200 kg

Stacco da terra 245 kg

Panca piana 175 kg

Panca stretta 168 kg

Curl con bilanciere 90 kg

Trazioni supine 160kg (peso corporeo + zavorra)

Military press 110 kg

Voglio sottolineare che tutti possono ottenere risultati ben oltre alle proprie aspettative utilizzando una metodologia appropriata senza l’uso di sostanze dopanti perché la vera forza del natural bodybuilding è dentro di voi!

Molti ragazzi e ragazze che sto seguendo attualmente stanno stravolgendo il proprio fisico grazie a quello che ho appreso, studiato e sperimentato ossessivamente in questi anni e, da parte mia, la ricerca e sperimentazione continua…uno sguardo al futuro e uno al passato per essere al top qui e ora!!

Cristian Andriollo

Cristian Andriollo

Non esitate a seguirmi sulla mia pagina Facebook: Cristian Andriollo – Personal trainer – Natural Bodybuilding.

P.S.: Condividilo!

By | 2017-11-19T20:43:08+00:00 settembre 2nd, 2017|Interviste|0 Comments