Dopo l’intervista a Giorgio Giannico (http://oldschooltraining.net/intervista-giorgio-giannico-esperto-di-strongman/), oggi scenderemo direttamente nell’arena con l’intervista a Claudio Randazzo, esperto strongman italiano.

Randazzo

Iniziamo subito con l’intervista!

  • Ciao Claudio. Presentati ai nostri lettori del blog.
  • Mi chiamo Claudio Randazzo, classe 1978, powerlifter e strongman: 1 metro e 80 x 140 kg. Tra i miei titoli ci sono il campionato italiano fipl 2011, il campionato italiano wdfpf 2012 il campionato italiano strongman FISMAN 2012.

  • Da PL a Strongman. Perché questo passaggio?
  • Sono sempre stato affascinato dagli sport di forza ma le possibilita’ sono sempre limitate dalla mancanza cronica di palestre e attrezzature serie. Ho cominciato 20 anni fa col BodyBuilding, ma senza mai gareggiare. Non era la mia strada! Nel 2006 ho esordito nel PL, federazione Fipl, e poi come conseguenza e grazie anche ai contatti acquisiti su fb è nata l’avventura nello strongman.

  • Qual è la disciplina più affascinante?
  • Il PL credo che sia comunque alla base dell’allenamento per uno strongman. Io adoro il PL e adoro gareggiare come PL, ma è certo che la gara strongman è molto più complicata sia nella preparazione che nella gestione della gara stessa… se dovessi scegliere sceglierei sicuramente lo strongman.

  • C’è chi dici che sollevare grosse palle e oggetti strani sia difficile tecnicamente, ma rappresenti una prova di forza inferiore a sollevare un bilanciere carico, che ne pensi a riguardo?
  • Credo che il PL, specialmente quello attrezzato, abbia molte difficoltà, ma sicuramente sollevare un’ atlas pesante piuttosto che un tronco da 120 kg o una pietra non sia assolutamente da meno… io per il mio lavoro di scaricatore mi trovo spesso più a mio agio a sollevare una atlas che a fare uno squat col bilanciere.

  • Come si svolgono i tuoi allenamenti?
  • I miei allenamenti sono basati principalmente sul PL puro e semplice, con l’ aggiunta di uno o due allenamenti strongman specifici quando sono vicino alle gare.

  • Come simuli i gesti di gara in palestra?
  • È molto difficile fare un allenamento specifico in palestra, specie in una palestra commerciale… ma io ho la fortuna di avere uno spazio dove poter tenere attrezzatura strongman e allenarmi in tranquillità.

  • Quante volte a settimana ti alleni e quanti pasti deve fare uno strong man per restare in forze?
  • Posso dire che mi alleno il più possibile , in accordo col lavoro e coi tempi di recupero… seguo un allenamento classico basato sulle tabelle di sheiko con 4 sedute settimanali, ma non ho paura ad aggiungere una o due sedute o a eliminare una seduta se mi sembra di essere troppo stanco. Per quanto riguarda l’ alimentazione non sono un grande esempio… sono goloso e indisciplinato e mangio a sazietà più o meno qualunque cosa… cerco comunque di tenere una base abbastanza pulita coi classici pasti da sportivo. Mangio, di solito, 6 volte al giorno.

  • C’è qualche esercizio di strong man che consigli di aggiungere alle sedute di un culturista?
  • E per le sedute di PL?
  • Rispondo a entrambe le domande insieme. Credo Che se PLer e culturisti inserissero allenamenti strongman nei loro programmi vedremmo molti fisici più belli e “funzionali” e l’ aerobica sarebbe definitivamente superata. Lo strongman ti costringe a lavorare duramente e per intervalli di tempo abbastanza prolungati: per esempio nel traino del camion il corpo è costretto a lavorare al limite e nel suo insieme per un tempo che può arrivare a 1 minuto e 15 secondi… altro che cyclette e tapis roulant!!!

Randazzo Camion

  • Come alleni la presa?
  • Non alleno la presa direttamente poiché credo che il lavoro con lo stacco da terra e il farmer’s walk siano più che sufficienti.

  • Qual è stata la gara più dura a cui hai partecipato?
  • Sicuramente la finale del campionato italiano strongman 2012… perché, oltre alla durezza della gara, avevo sulle spalle una enorme pressione psicologica… dopo aver dominato la stagione non potevo permettermi di fallire e qualunque risultato diverso dalla vittoria sarebbe stato un enorme fallimento.

  • Raccontaci qualche curiosità e aneddoto del mondo dei forzuti!
  • Non ho aneddoti particolari, ma ricordo con particolare piacere la gara di Bibiana 2014 dove mi son scontrato con Alex Curletto, unico italiano ad aver partecipato al WSM… naturalmente sono arrivato secondo ma sono molto contento di aver gareggiato contro un vero campione e di avergli anche tenuto testa in qualche prova.

Alex Curletto

  • Quando sollevi una Atlas Stone senti rivivere lo spirito dei vecchi strong man?
  • Di sicuro lo strongman è qualcosa di molto istintivo dove serve molto la forza bruta… in questo sì, mi sento un po’ uno strongman d’ altri tempi, di quelli coi baffoni e il costume leopardato.

  • Grazie Claudio! Dove si trova la tua palestra? Come possono mettersi in contatto con te i nostri lettori?
  • Io mi alleno alla STAR’S GYM di Albisola Superiore (SV) e chi volesse mettersi in contatto con me mi può trovare in palestra tutte le sere o su facebook. Grazie per l’opportunità che mi avete dato di raccontare un po’ di me e di far conoscere questo fantastico sport che è lo strongman.

Grazie a te e a tutti gli atleti che fanno rivivere l’old school training più puro anche ai giorni nostri. Alla prossima! Oreste.

P.S.: Scarica il report gratuito sulla OST qui: http://oldschooltraining.net/report-gratuito/