Oggi voglio proporti l’intervista ad Antonio Gardelli perché è un esperto di weighlifting e il WL faceva parte delle schede Old.

A.G.

Ascoltiamo cosa ha da dirci Antonio.

  • Ciao Antonio, ti presenti ai nostri amici del blog?
  • Sono Antonio Gardelli, ho 46 anni, ho iniziato ad allenare nel 1986, nell’atletica leggera.

  • I pesisti degli albori praticavano molto Strappo e slancio anche per la massa. Come vedi inserire questi due sollevamenti olimpici nella scheda per l’ipertrofia?
  • Non ha molto senso, perchè l’impegno non sarebbe proporzionale ai risultati. Il TUT del WL è troppo basso per dare risposte ipertrofiche eclatanti. Meglio altre logiche.

  • E per la forza?
  • In questo caso il discorso è molto diverso. Se devo cercare risposte legate ad espressioni di forza veloce ed esplosiva non c’è nulla di meglio del WL. Devo però mettere in conto la complessità dell’apprendimento del WL. Cioè devo essere disposto a sacrificare un monte ore importante rispetto a quello totale della preparazione. Anche perchè per ottenere risposte di transfer su una prestazione generica con il WL necessita del raggiungimento di un minimo sindacale di prestazione (1,0/1,1 x BW nello snatch e 1,3/1,4 x BW nel Clean & Jerk). Al di sotto di queste soglie si vede molto poco. Al di sopra si vedono degli incrementi di performance inaspettati, incredibili.

  • Strappo, slancio, clean, jerk, clean and jerk.. quanti nomi e quanta confusione, ci aiuti a venirne a capo?
  • Strappo: presa larga, il bilanciere passa da terra a sopra la testa in un solo gesto

  • Slancio: presa fisiologica, il bilanciere passa da terra al petto e poi dal petto a sopra la testa in due tempi

  • Strappo= Snatch; Slancio=Clean & jerk (nel gergo originale girata e spinta o girata e slancio)

  • Hang (gesto dalla sospensione); Power (gesto in semipiegata) Squat (gesto in accosciata completa); Split (gesto in divaricata sagittale).

  • C’è chi dice che la differenza tra il PL e il Wl sta proprio nella maggiore esplosività delle alzate dei WL, che ne pensi?
  • La differenza sta nella complessità dei gesti. PL è sollevamento pesi, WL è ginnastica artistica con l’ausilio di un attrezzo oscillante. La complessità di un gesto tecnico porta al raggiungimento di alte velocità di esecuzione perchè sia perfortmante. Nel PL sale il carico e scende la velocità di esecuzione;

  • Sembra paradossale (non lo è per nulla), ma nel WL aumenta il carico e sale la velocità dei gesti.

  • C’è una bella differenza tra accosciate dei Wler e dei PLer, quali sono le maggiori differenze e perché?
  • IL PL raggiunge la buona appena sotto il parallelo, e si allena e regola la sua tecnica di conseguenza, il Wl deve andare a prendere la barra anticipandola il prima possibile, il più basso possibile, per questo le accosciate sono col culo a terra. Il wl usa i gesti semplici come incremento della forza specifica per gesti più complessi, e quindi porta i gesti stessi ad assomigliare a quelli da gara. Cosa comunque che io non condivido e non faccio fare, se non con il Front squat con carichi sub massimali. Per me il Back Squat è un mondo a parte. Tutto suo. Per me non esiste back squat del PL o Del WL, o del BB, anche se possono essere identificati facilmente. Per me il Back è la massima espressione di forza con un bilanciere sulla groppa, e quindi ha dei canoni sostanzialmente universali.

  • Se i nostri amici volessero inserire i sollevamenti olimpici nelle loro routines, puoi darci qualche dritta sulla corretta esecuzione e sugli errori da evitare? Come si esegue uno strappo e uno slancio ottimale?
  • Questa domanda meriterebbe la stesura di un libro. Chi si avvicina al WL deve comunque relazionarsi con un tecnico specialista, senza improvvisare. Banalmente, ma proprio per fare due chiacchere, il WL necessita di tanta verticalità, le braccia si utilizzano molto meno di quanto si pensi (in realtà devono essere usate come due catene collegate con il bilanciere tramite due moschettoni – in hook grip). La propulsione è legata quasi interamente all’espressione di forza tra gli arti inferiori e il “core”. La velocità è l’imperativo, la forza è relativa. Le alzate più efficaci si fanno infiladosi anticipatamente sotto la barra, e non spingendola o tirandola in maniere bruta. Gli arti superiori, nella posizione di “lock” o neutrale resistono a forze pressochè infinite. In press o in pull attivo i limiti arrivano molto ma molto prima.

  • Quante sedute settimanali ha un Wler?
  • In Italia 3/4…in Bulgaria (per fare un esempio) 10/12. Non siamo indietro come la coda del porco.

  • Tommy Kono, pluri campione del mondo e olimpico, diceva che ““Se mi allenassi da solo, la mia sessione potrebbe durare un’ora e mezza massimo, perché non ho bisogno di aspettare il mio turno sulla piattaforma e senza compagno di allenamento non c’è il tempo trascorso nella socializzazione prima, durante e dopo l’allenamento. Il vostro volume di lavoro rispetto a quelli che si allenano 6-9 volte a settimana non sarà impressionante, ma il vostro sollevamento migliorerà più velocemente del loro.”, che ne pensi?
  • Che non mi piace il casino in pedana, ma che allenarsi con un compagno del (all’incirca) proprio livello è assolutamente raccomandabile. Anche perchè comunque i tempi di recupero, nel WL, essendo alzate molto complesse, sono Si rischia sempre di rompersi molto i coglioni.

  • P.S.: Per me entrare nella tana da soli non è mai, mai raccomandabile. Mai.

  • Oggi si vede il passaggio di molti wler al crossfit. Che ne pensa il settore del WL professionistico del crossfit?
  • All’inizio molta diffidenza, ho lottato strenuamente in federazione per farlo accettare, fino a stufarmi di litigare. Perchè veniva visto come un intromissione, una realtà poco interessante dal punto di vista sportivo. In realtà, Come disse il Vecchio Mike Burgener, “il CrossFit è la più grossa fortuna che sia mai capitata al WL Olimpico”. E il vecchio aveva ragione. Adesso credo si stiano ricredendo, sostanzialmente per gli interessi economici che ne possano scaturire.

  • Rimane il fatto che dopo per anni e anni essere riuscito ad allenare il WL solo in funzione delle preparazioni atletiche, quando mi entrò il palestra il primo CrossFitter, a chiedermi un personal di WL, ricordo che  mi scese una lacrima di commozione.

  • Grazie Antonio. Se i nostri amici volessero contattarti, come potrebbero farlo?
  • Trovano tutto sul mio sito www.onerepmax.it

 Alla prossima e non dimenticarti di iscriverti alla mia newsletter e scaricare lo speciale report gratuito sulla Old School: http://oldschooltraining.net/report-gratuito/