Ecco Cosa Pensano di Noi

“Ho appena finito di leggere “The Secret of Old School Training” di Francesco Schipani e Oreste Maria Petrillo e non posso che asserire che il tempo impiegato nella lettura è stato davvero ben speso!!
Già dalle prime pagine mi sono accorto di un dettaglio relativo a qualcosa di davvero impensabile per i testi del “nostro” settore: la qualità della forma dell’esposizione; qualità che naturalmente deriva dall’estremo livello culturale di chi scrive.
Ma due veri esperti come Oreste e Francesco potevano fermarsi alla forma di esposizione? Ovviamente no! Il testo infatti si distingue anche per la qualità di contenuti, con un continuo crescendo di informazioni utili e interessanti: dalla descrizione degli esercizi “old school” alle routines di tantissimi atleti (Reg Park, Eugene Sandow, Brooks Kubick, C. S. Sloan, ecc. ecc.) … passando per tante altre informazioni spesso introvabili, come l’alimentazione, l’integrazione e lo stile di vita “old style”.
E che dire dal punto di vista strettamente tecnico?
Il testo è davvero pieno di routine di allenamento produttive e senza fronzoli!
Schede tratte dal periodo “pre-steroidi” e quindi idonee per chi si allena senza farmaci.
Mi sento di segnalare (ma solo per brevità, perché ce ne sarebbero tantissime altre meritevoli di essere menzionate) quelle di Reg Park e Brooks Kubik … e quelle presenti nel paragrafo “BONUS”. Ma di queste non vi dico nulla; lo dovrete scoprire acquistando il testo … e ne vale la pena!!
Francesco Currò, Personal Trainer
“Una volta aspettavamo trepidanti quelle poche riviste che venivano stampate bimestralmente in Italia e quando si capitava in qualche grande città la paghetta se ne andava tutta in quelle riviste americane che raramente varcavano i nostri confini. Tante informazioni, studiate e ristudiate quasi a memoria, ma anche sogni, ed una moltitudine di errori. ..
Ecco, se avessi avuto allora un libro come questo, mi sarei risparmiato alcuni grossolani errori, ed avrei guadagnato tempo.
Il tempo purtroppo non ritorna, ma un libro come questo sarà un segno di ciò che è stato il Bodybuilding, e rimarrà un riferimento importante. Per tutti.
Bravi, da parte di Mario Civalleri”
Mario Civalleri
“UN VIAGGIO NEL PASSATO PER SCOPRIRE LE RADICI DEL PRESENTE
Il mondo del Body Building col tempo si è evoluto nei suoi concetti e qualcuno lo ha voluto rendere più difficile di quanto non lo sia nella realtà, ma le basi sono rimaste sempre le stesse.
Nonostante questo concetto dovrebbe essere scolpito nella testa di ogni trainer di esperienza, ancora oggi sono tanti quelli che sembrano dimenticarlo e pensano che quanto più astruse siano le teorie tanto più siano efficaci.
Oreste Maria Petrillo e Francesco Schipani, in “The Secret Book of Old School Training” hanno avuto l’incantevole idea di riunire con semplicità e senza troppi giri di parole, tutto il grande inizio del Body Building, partendo da coloro che, senza l’uso di sostanze dopanti, hanno fatto la storia del culturismo e della pesistica. Senza entrare nello specifico degli argomenti, per non rovinarvi il piacere della scoperta durante la lettura che ovviamente vi consiglio e sponsorizzo, mi preme farvi notare che nonostante i metodi di allenamento siano molto diversi tra di loro e naturalmente adattati al fisico ed agli obiettivi dei soggetti che li hanno messi in pratica, esiste un filo conduttore che accomuna tutti.
L’importanza dei principali esercizi multiarticolari che da soli fanno il 90% del lavoro. Credo che attraverso questo viaggio nel tempo, possiate comprendere più facilmente tutte le sfaccettature di quello che oggi si vede nelle palestre di tutto il mondo e di conseguenza capire senza difficoltà qual è la strada migliore da intraprendere.
Leggendo “Old School Training”, avrete a disposizione e senza fronzoli teorici, sia le schede di allenamento di tutti i body builder del passato, che le linee guida della loro alimentazione.
Scoprirete particolari davvero interessanti e sorprendenti che vi apriranno gli occhi su di un mondo che credevate di conoscere ma che in realtà non conoscevate affatto fino in fondo…”
Giò Ametrano, fitness Italia
“Quando ho iniziato ad allenarmi ho subito avuto difficoltà a capire quale fosse “l’allenamento giusto”, quale fosse l’alimentazione corretta. Ho provato a ricercare queste informazioni su internet. E ne sono uscito ancor più confuso. Ho trovato sostenitori della paleo, persone che dicono che anche un vegano può essere iper muscoloso e senza scompensi. Ho trovato di tutto. Così per l’allenamento: ho visto schede fatte in tutti i modi e questo non ha fatto che aumentare la mia confusione. Poi ho scoperto Old School Training. In questo libro c’è tutto. Non occorre leggere altro, anzi, se non si sa nulla è meglio. OST è un concentrato di schede, regole, diete e informazioni indispensabili per partire da zero e costruirsi un corpo più forte e sano. Sono veramente grato ad Oreste e Francesco per il lavoro di ricerca e di elaborazione che hanno fatto. Molto spesso si chiedono “dritte”, “consigli”, “suggerimenti”, su come aumentare la massa o definirsi. L’errore è che ci hanno fatto credere che esista un segreto che fa la differenza tra un flaccido fallito e una montagna di muscoli e potenza. Non è così: la differenza tra loro non è un segreto, un farmaco, ma è il metodo. Old School Training mi ha dato il metodo per allenarmi, è straordinario e lo consiglio a tutte le persone che conosco che vogliono migliorare il proprio corpo, indipendentemente che siano uomini o donne, qui c’è tutto.” Finalmente!
Gianluca Pistore, Gianluca Pistore
“Dopo tanti libri che promettono risultati impossibili da raggiungere, se non attraverso la chimica, ecco un libro sincero. Che non perde mai di vista l’abbinamento estetica-salute-funzionalità fisica. Il bodybuilding degli anni d’oro, quello che va dagli anni Quaranta agli anni Settanta, prima che il doping irrompesse sulla scena, è il bodybuilding al quale dovremmo tutti ispirarci. Quello che va all’essenziale. Che non si perde nelle astuzie del marketing. Che non è inquinato dagli anabolizzanti. Ecco perché consiglio questo libro. Io stesso ho messo in pratica i suoi preziosi consigli.”
Mario Furlan giornalista, scrittore e docente universitario italiano, noto per essere il fondatore dei City Angels e del Wilding, l'autodifesa istintiva, Direttore Responsabile di OLYMPIAN'S NEWS, KETTLEBELLMAG e FIGHT!, www.mariofurlan.com
“Oggi si vedono tanti ragazzi osannare le loro alzate e il loro fisico. C’è chi in un anno aumenta di 100 kg il suo massimale negli stacchi da terra o nello squat, chi in un anno arriva a superare i 40 cm di braccia e chi supera i 100 kg nelle distensioni su panca piana con bilanciere. Di quanti di loro puoi dire che sono persone che non usano steroidi anabolizzanti? Questa parola è diventata un tabù. La si sussurra pronunciandola flebilmente, ma si bada bene a tenersene alla larga per non essere tacciati di invidia, gelosia, incompetenza o quant’altro. È più semplice allenare un dopato che un natural semplicemente perché dove fallisce la programmazione del trainer interviene in aiuto la chimica”.

[…]

Qui troverai tutte le schede consigliate dai culturisti dell’era pre-steroidi, troverai le schede dei culturisti prima del 1950. Il culturismo in quell’epoca era fuori moda e non si perdeva troppo tempo ad alimentarsi bene come oggi. Se loro sono riusciti ad ottenere un fisico invidiabile, non pensi forse che riuscirai ad ottenerlo anche tu con le possibilità alimentari e pesistiche di oggi?”

Questo è un estratto del nuovo libro di McRobert e di Kubik, un ritorno al passato, all’old school training. Pochissimi fronzoli, poca teoria e molta pratica basata su risultati. Ho avuto modo di leggere questo libro e sono rimasto stupefatto, perché ho sentito sapori ed odori persi nei miei ricordi, di quando lessi Brawn nel 1995 e fu la luce in fondo al tunnel (e non erano i fari di un TIR).

Ma principalmente sono rimasto stupefatto perché questo libro, trasudante di questo old style alla McRobert e alla Kubik non è stato scritto né da McRobert, né da Kubik, ma da due ragazzi che ho il piacere di conoscere, due giovanissimi autori che hanno ricreato qualcosa che, semplicemente, si era perso, con una assoluta credibilità.

The Secret Book Of Old Training è così un prodotto fuori dagli schemi: un e-book sull’allenamento di 70, 80, 90, 100 anni fa, scritto da autori nuovissimi con lo stile di Arthur Johnes.

Il libro è stracolmo di schede di allenamento del passato, descritte grazie alla storia di chi per primo le ha praticate, di esercizi che oggi non si vedono più, della storia di campioni del Bodybuilding e del Bodybuilding stesso. Il libro rende perciò merito al Bodybuilding, illustrandone una Storia che proviene da un passato estremamente remoto, impensabile ai giorni nostri: il nostro “andare in palestra” deriva dai film di Arnold se va bene, o dai mostri meta-umani come Cutler o Coleman, esseri che oramai poco hanno a che spartire con l’homo sapiens sapiens. Si pensa così al Bodybuilding come a una attività nata negli anni… ’80? ’70? Toh… ’60. In realtà il Bodybuilding è documentato fin da fine ‘800 e il libro perciò ha il merito di mostrare come tutti noi, appassionati di “palestra”, facciamo parte di una cultura ultracentenaria.

In un mondo della palestra che va verso una parossistica ricerca della “scientificità”, che se non c’è uno studio scientifico uno manco muove un dito, se non c’è una ricerca nessuno mette il culo su una panca o le spalle sotto un bilanciere, questo libro va assolutamente controcorrente, rimettendo la barra a dritta su quello che serve per allenarsi e ottenere risultati.

Perché alla fine, è da 100 anni che sappiamo cosa serve per diventare forti e grossi. Di sicuro oggi sappiamo quale sia il meccanismo che fa aumentare l’IGF-1 o inibisce l’aromatasi o provoca una increzione del testosterone piuttosto che del cortisolo, nel 1920 di sicuro non lo sapevano eppure erano grossi e forti lo stesso.

Perciò…

“Ti aspetti che ti spieghiamo la differenza tra fibre rosse, bianche, fibre di tipo IIx? Vuoi apprendere se l’iperplasia è reale o è fantasia? Se anche tu sei un curioso di natura e un ricercatore universitario, beh, sei nel posto errato, amico. Ci sono altri libri per queste cose. E forse lo faranno anche meglio, e non è l’obiettivo di questo corso che hai tra le mani. Libri che ti riempiono di nozioni: il cervello cresce e il corpo si rimpicciolisce. Qui ti trasmetteremo solo tanta pratica, schede per raggiungere la tua immensità.”

Questo libro ha una sua identità, che viene da un passato che oggi si è perso, e perciò a questo libro va tutta la mia fiducia.

Paolo Evangelista, http://smartlifting.org/
“Ho appena concluso la lettura del libro “The secret book of old school training”, scritto dagli amici Oreste Maria Petrillo eFrancesco Schipani.
Che dire, ero convinto che mi sarei imbattuto nella solita trattazione dal contenuto elitario, indirizzata eclusivamente agli operatori del settore. Invece, con mio sommo stupore, ho scoperto una guida all’old school training dalla lettura agevole, che si connota per l’estrema fruibilità dei concetti esposti. Dunque, un testo adatto anche a coloro che sono privi di quel back ground, di quelle nozioni e cognizioni proprie di personal trainer ed allenatori.Trattasi, quindi di un libro che si rivolge ad un pubblico di lettori vasto, non necessariamente coincidente con quello delle sole figure professionali.
Ulteriore profilo che caratterizza il testo in questione e lo rende originale è rappresentato dalla sua stessa struttura . Invero, gli autori hanno optato per una impostazione peculiare, scegliendo di articolare la trattazione in una parte squisitamente pragmatica, conforme alla filosofia dell’old school training, affiancata da una seconda sezione storica, che va ad arricchire il libro di contenuti estremamente interessanti. Di quest’ultima, da appassionato dell’argomento – specialmente riguardo all’old school strongman – ho apprezzato l’accuratezza delle biografie di ciascun atleta. Seppur convinto della iperbolica ricostruzione di alcune delle perfomances citate (in via segnata, degli strongman circensi, per ovvie ragioni commerciali) posso affermare, anche sulla scorta della mia esperienza nonchè della pratica assidua di tali singolari esercizi, che ci troviamo comunque di fronte ad atleti degni di nota, capaci di gesta ineguagliabili per la maggior parte degli individui dell’epoca ed attuali.
Altresì, ho trovato estremamente dettagliata, semplice e chiara la descrizione dell’esecuzione dei vari esercizi da svolgere.
I diversi programmi di allenamento proposti sono poi, a mio parere, eseguibili dalla maggior parte degli utenti ed inoltre rispettano quella che è la fisiologia umana ed i suoi adattamenti naturali agli stimoli/stress esterni causati dall’esercizio fisico. E ciò in quanto tali routine venivano eseguite da soggetti principalmente natural.
La mia opinione da personal trainer/tecnico certificato fipe, nonchè da atleta ormai da diversi anni nel settore e, soprattutto, fautore dell’allenamento natural è che i fondamenti dell’old school training, quali priorità agli esercizi base e multiarticolari, sovraccarico graduale e stile di vita sano, siano fattori imprescindibili per progredire sia in termini di forma fisica che di prestazioni atletiche!
Trovo altresì originale l’ idea di inserire articoli di repertorio scritti personalmente da alcuni degli atleti dell’ epoca,come ad esempio Jack Delinger,George Eiferman e Clarence Ross,solo per citarne alcuni,seguiti dalle rispettive routine personali e da alcune loro “massime” e principi cardine riguardanti l’allenamento,lo stile di vita e l’alimentazione!
In conclusione, mi sento di consigliare questa lettura a tutti gli appassionati, esperti e meno. Quella degli amici Oreste e Francesco è senza dubbio una guida ben congeniata e strutturata per chiunque volesse avvicinarsi a questa filosofia non solo di allenamento, ma anche di vita,ricca di contenuti,programmi e anche curiosità.
Angelo Di Filippo, Angelo Di Filippo
“THE SECRET BOOK OF OLD SCHOOL TRAINING Un libro APPARENTEMENTE semplice, o forse VOLUTAMENTE semplice per andare diretti al sodo. Racchiude delle SACRE verità per chi vuol passare dal fare “fitness per fighetti” al Body Building per veri uomini e vere donne. Un percorso attravero le biografie, curiosità, schede di allenamento degli uomini più forti E più grossi della storia che mostra a chi vuol iniziare, e a chi è confuso dalla troppa informazione disponibile, quali siano i pilastri da seguire per diventare grosso e forte concretamente, senza perdersi in complicati metodi, inutili esercizi, senza fronzoli. Ricco di riferimenti per chi vuol approfondire, curiosità per gli appassionati “d’annata”, e la conferma che la scienza , i tecnici, e gli esperti attuali stiano codificando oggi, ciò che i GROSSI UOMINI DEL PASSATO avevano già intuito (e soprattutto applicato) e per questo erano grossi! Apprezzabile il tributo nella sezione dedicata alle strong-woman della storia: tu chiamale se vuoi “sesso debole”….io no! “
Matteo Guida
Ringrazio Oreste Maria Petrillo per avermi gentilmente inviato una copia del suo e-book e per avermi chiesto un contributo in termini di recensione. Il libro, “The secret book of old school training”, è davvero ben scritto e si lascia leggere in maniera gradevole, con una serie di informazioni molto utili e chicche sull’allenamento e la nutrizione dei pionieri del bodybuilding. Il fattore che, a mio parere, risulta più importante e più evidente è la passione che si riscontra alla base di ogni singola pagina. Il mio consiglio è quello di sostenere progetti del genere e di spendere un pò del vostro tempo leggendo il libro.
Antonio Robustelli, tecnico e PT
Fatta lettura veloce…buono ….un’ opera importante per i più giovani che non hanno respirato l’aria delle palestre anni 70 ( i miei esordi) e che però si basava su tecniche di anni prima.
George Santayana, filosofo, scrittore, poeta e saggista spagnolo scrisse: «Chi non impara dalla storia è condannato a ripeterla». Mai questa frase é stata piú vera soprattutto nel nostro contesto attuale del Bodybuiliding e della Cultura fisica in generale dove il Doping ormai da tempo ha preso il sopravvento. Di fatto, anche se il Doping é attualmente presente in ogni sport, nel Culturismo la versione “TUNED” ha letteralmente RIMPIAZZATO quella delle origini di questa antica disciplina. Si trata di un fenómeno acquisito e sedimentato che non ha paragone (escludendo il ciclismo che si sta avvicinando) ed é totalmente inammissibile: “le moto (nonostante siano proibite dal regolamento) hanno sostituito le biciclette e continuano a ricevere i rumorosi applausi dei fans”… In questo bellissimo libro “The Secret of Old School Training” Francesco Schipani ed Oreste Maria Petrillo sono riusciti a raccogliere gli allenamenti, l’alimentazione e la filosofia dei piú grandi sollevatori della vecchia scuola (prima dell’avvento dei farmaci anabolizzanti), informazioni e consigli che dovrebbero formar parte del bagaglio culturale di ogni atleta natural. Informazioni che provengono da una epoca dorata in cui si lavorava sodo e si chiacchierava poco, senza tanti fronzoli e scentismi, ma soprattutto senza l’influenza di tonnellate di farmaci che correggono facilmente moltissimi errori sia di programmazzione che dietetici. Inoltre il libro é colmo di foto degli atleti insieme alle loro straordinarie prestazioni di forza, trasmettendo positivamente dei modelli fisici molto piú vicini al vero potenziale di un bodybuilder natural. In definitiva una raccolta emozionante per chi é appassionato di questo sport. Un libro che non vuole far sparire nel dimenticatoio le gesta dei fondatori di una disciplina straordinaria che oggigiorno é sempre meno popolare in un settore fitness sempre piú impegnato a vendere qualsiasi “cianfrusaglia di ultima generazione” piuttosto che risultati solidi e duraturi. Chissá in un futuro non molto lontano (forse tra 50 anni), in una edizione aggiornata del libro, anche io ed i veri atleti natural di oggi, riusciremo ad avere la nostra piccola recenzione in un libro cosí… sarebbe una bella soddisfazione!
Cari amici, certamente c’è stato chi ha presentato meglio di me questo libro. Io l’ho ricevuto in pdf ed è stato per me un regalo preziosissimo. Culturisti, powerlifters , strongman, campioni della old school dal 1800 al 1975. Una vera miniera di notizie, di allenamento ed alimentazione. Un libro unico ed imperdibile che ha una valenza storica ed iconografica di alto livello. Un libro da tenere e conservare, ma anche da tramandare. Un libro che mancava nella storia della nostra disciplina. Se ve lo consiglio? Come non potrei? E’ doveroso consigliarvelo! Dovete possederlo. È un vero gioiello…prezioso!
Prima di leggere questo libro non ero a conoscenza di tutte queste tecniche di allenamento, dopo questa lettura veramente bellissima ho cambiato prospettiva di allenamento… Un libro veramente bellissimo vale la pena leggerlo anche piu di una volta … GRANDI COMPLIMENTI a tutti gli autori del libro.. avete tutta la mia stima… continuate così 🙂
Vorrei complimentarmi con Oreste Maria Petrillo e Shelley Franz Duvalle (Francesco Schipani) per il lavoro espresso nello splendido e-book dedicato all’ “Old school training”.
Chi volesse saperne di più (e vi consiglio caldamente di leggerlo) si rivolga direttamente ai due bravissimi autori.
Piero NOCERINO, Personal Trainer