Rematore old school

“Nessun piano, per quanto ben congegnato, regge all’impatto con il campo di battaglia.” – Von Moltke

Ho letto questa frase l’altro giorno e mi ha colpito subito.

Rappresenta quello in cui credo e che, cioè, la teoria, a volte, prende brutti colpi quando si trova a scendere in trincea.

Andiamo più in dettaglio parlando del rematore con i pesi liberi.

Del rematore ne ho già parlato in questo articolo: http://oldschooltraining.net/rematore-col-bilanciere/ e in quest’altro con Giose Ussiahttp://oldschooltraining.net/come-allenarsi-con-pesi-totale-sicurezza/.

Il rematore con bilanciere è l’esercizio cardine della OST per il dorso, ed era usato in misura molto maggiore rispetto alle trazioni alla sbarra nell’epoca d’oro del sollevamento pesi.

Addirittura si può dire che è uno dei movimenti più antichi del mondo. Si remava già nell’antichità, sia con la canoa che con barche simili a quelle dell’odierno canottaggio, disciplina che ho praticato a livello agonistico con allenamenti bigiornalieri.

rematore ostboat-919039_960_720canottaggio

 

Cosa succede, però, se si hanno problemi di schiena?

Cosa accade se sei un atleta avanzato e sollevi già un peso molto elevato che porta ad affaticare la bassa schiena?

Addirittura, se hai un principio di ernia, puoi allenarti lo stesso con il rematore con bilanciere o con i manubri?

Quello che ti mostrerò di qui a breve ti sorprenderà.

A causa di un infortunio alla bassa schiena, dovuta ad un affaticamento eccessivo, ho iniziato a modificare la tecnica del rematore secondo le mie momentanee disabilità dovute all’affaticamento alla zona lombari – glutei.

Ho iniziato a studiare i rematori di Vince Gironda che vedi qui in basso e mi sono chiesto come potevo portare quella tecnica nel rematore con bilanciere o con i manubri in piedi.

Gironda reverse row Gironda row

Non c’è momento migliore che codificare una nuova tecnica quando non hai alternative e hai delle limitazioni fisiche.

Ma qual è il vero problema del rematore con bilanciere?

Il primo problema è che è davvero impossibile restare col busto parallelo senza sollevare il busto quando si è stanchi.

Capita sempre di inclinare sempre più il busto e sollevarsi dalla posizione parallela.

Addirittura vedo persone che credono di effettuare il famoso rematore alla Yates mentre, in sostanza, stanno effettuando delle scrollate con bilanciere con busto inclinato.

rematore

Come fare, quindi, a eseguire un rematore con il bilanciere senza l’uso di panche e obbligando il corpo a tenere sempre il busto quanto più parallelo possibile al suolo?

Osservando la prima figura in alto di Gironda, questa qui:

Gironda row

ho capito che la tecnica per non affaticare la bassa schiena è portare i glutei indietro e piegare le gambe.

Facile, mi dirai tu. Ma non così facile se si usano i bilancieri invece dei cavi.

Quindi, cosa fare?

Mi sono scervellato un po’ provando e riprovando, e ne è venuta fuori questa tecnica che vedi in video qui in basso:

Come eseguirlo?

Piega leggermente le gambe e porta i glutei indietro andando ad appoggiare la bassa schiena sulle cosce così da fornirle quel sostegno che le permette di non affaticarsi.

Per riassumere, fai così:

  1. Piega leggermente le gambe
  2. Porta indietro i glutei
  3. Poggia la parte bassa dell’addome sui quadricipiti
  4. Adduci le scapole
  5. Tira il bilanciere al petto
  6. Poggia il bilanciere a terra dopo ogni ripetizione per “risettarti”

Non c’è nulla di meglio per stimolare il dorso senza affaticare i lombari.

E per il rematore con manubrio?

Se non hai a disposizione una rastrelliera dei pesi, dove ti appoggi?

Se non hai una panca piana libera dove posizionarti, come lo effettui?

Così (sono 42 kg per 20 ripetizioni e al braccio sinistro ho un’ epitrocleite e un inizio di epicondilite, perciò il movimento è meno fluido del braccio destro):

In pratica porti il busto parallelo al pavimento e poggi il gomito libero, o l’avambraccio libero, sul ginocchio della gamba portata in avanti.
Perché il gomito o l’avambraccio e non la mano?
Perché solo poggiando il gomito o l’avambraccio sul ginocchio puoi essere sicuro di esserti avvicinato quanto più possibile alla linea parallela.

Stai sicuro che anche col rematore con i manubri effettuato in questo modo puoi allenare il dorso senza dolori per la bassa schiena e senza dover dire addio ai rematori liberi.

Che ne pensi?

Provali e fammi sapere come ti trovi!

P.S.: Iscriviti alla nostra newsletter gratuita per tutti i numerosi futuri aggiornamenti.

Clicca qui:

from aweber free report